Fare trading online con Fibonacci e il triangolo

Fare trading online al giorno d’oggi è davvero molto complesso. Si tratta davvero di un lavoro che richiede delle conoscenze molto tecniche e dove non è concesso il minimo errore. Non a caso il mondo degli investimenti finanziari è anche quello dove gira il maggior numero di soldi.

I trader che riescono a raggiungere i risultati migliori sono anche quelli che investono maggiormente nella propria formazione. Detto questo vediamo come fare trading utilizzando 2 strumenti molto importanti come i ritracciamenti di Fibonacci e il modello a triangolo.

Fare trading con il Fibonacci Retracement

Chi volesse applicare gli strumenti di analisi tecnica al trading con il Forex, si potrà avvalere del Fibonacci Retracement, una delle funzioni analitiche più popolari tra i trader. Alla base di questo metodo vi è una sequenza di numeri, individuati nove secoli fa dal matematico pisano Leonardo Fibonacci, che, applicati alle visualizzazioni grafiche delle quotazioni dei cross, permettono di identificare dei pattern ricorrenti e di entrare nel mercato nel momento potenzialmente più proficuo.

L’utilizzo di questa tecnica di trading online si presta in special modo in occasione di evidenti trend nei mercati. Concentrandosi su archi di tempo brevi, si potrà notare che questi saranno caratterizzati da momenti di interruzione della tendenza e da ripartenze: lo scopo del Fibonacci Retracement è quello di individuare quei prezzi che possono essere ripercorsi dal trend nel corso delle sue oscillazioni, prima di continuare nella sua direzione originale. Se utilizzato in combinazione con altri strumenti di analisi tecnica, questo metodo di trading online può rivelarsi particolarmente efficace nell’individuare i punti nei quali entrare od uscire dal mercato di riferimento.

Tali livelli, ad esempio, si trovano nei punti 0.382, 0.5 e 0.618 di una fase rialzista, e tendono ad indicare i livelli di supporto a seguito dei quali si verificherà probabilmente un’inversione di tendenza. In pratica, se dopo un trend positivo si assiste ad una serie di ribassi, il primo calo si potrà collocare al valore 0.382; se la fase negativa persiste, si potrà collocare al secondo valore di 0.5 o al terzo di 0.6018, dopo il quale potrebbe verificarsi un nuovo rialzo.

Individuando questi riferimenti con tempismo, il trader sarà in grado di anticipare i movimenti delle quotazioni e realizzare così dei profitti, entrando o uscendo nei mercati al momento giusto.

Il modello a triangolo nel trading online

Osservando un grafico che visualizza l’andamento delle quotazioni di un cross monetario sul Forex trading, si possono utilizzare diversi strumenti di interpretazione, finalizzati a comprendere gli scenari finanziari in atto ed anticipare le tendenze in fase di sviluppo. Il modello a triangolo ha proprio questa funzione, e viene utilizzato spesso dai trader per capire il momento più adatto nel quale aprire o chiudere una posizione.

Sia che si visualizzi un grafico a candele giapponesi o un classico andamento segmentato, il trader alle prime armi vedrà solamente degli andamenti apparentemente inintelligibili e casuali; l’utente più esperto, grazie alle sue competenze tecniche, riuscirà invece a leggervi dei modelli ricorrenti per mezzo dell’applicazione di appositi strumenti tecnici. Ad esempio, il trader più navigato sarà in grado di riconoscere in un grafico il modello di trading online del triangolo ascendente, indicatore di una fase rialzista, identificabile dal lato superiore orizzontale e dal lato obliquo inferiore: questo significa che il livello di resistenza è stabile, mentre quello di supporto è in continua crescita, indice quindi di una fase “toro”. Al contrario, quando le quotazioni che consentono di “disegnare” sul grafico un triangolo discendente, con la linea di supporto orizzontale e quella di resistenza diagonale, si assisterà ad una fase caratterizzata dal ribasso dei prezzi.

Sarà possibile fare trading online in modo professionale e realizzare dei profitti tramite l’identificazione di questi modelli sui grafici a nostra disposizione. Ad esempio, una volta riconosciuto un triangolo ascendente, un trader potrà aprire una posizione lunga su una coppia valutaria appena verrà rotto il livello di resistenza, anticipando la possibile continuazione della fase

Economia in Cina, una bolla che scoppia?

Sono mesi che si parla della Cina che ha tirato in ballo di tutto e di più, perchè diciamo questo? Perchè tutti i più famosi esperti hanno detto la loro sul colosso titanico internazionale, ovviamente, stiamo parlando della Cina. Una nazione che dal 2000 ad oggi è cresciuta a passi iper veloci, sorprendendo tutto e tutti, entrando sul mercato con i suoi prodotti e smantellando qualsiasi forma di concorrenza.

Nel 2000 un terzo mondo, oggi, una metropoli

Così in molti hanno definito la Cina e la sua crescita in termini economici. L’import e l’export ma soprattutto, l’export e dunque le esportazioni, hanno fatto di questa nazione, una vera e propria metropoli. La borsa cinese però a fine Agosto del 2016 ha fatto crollare la borsa cinese toccando punte di quasi il 20% in meno rispetto al massimo raggiunto. Cali incredibili che perfino gli esperti broker americani sono rimasti titubanti ed ad stento, ci credevano. Oggi la situazione sembra essere migliorata ma migliorata non vuol dire risolta. La Cina ci ha fatto decisamente vedere come una nazione che ha tutto, in fiorente espansione, possa di botto, cadere come un forte temporale estivo.

cina

Siamo nel ventunesimo secolo e la rotella con cui gira l’economia nel mondo si muove a grandi falcate, nulla è più stabile e qualsiasi nazione sta facendo vedere come sia realmente difficile poter dare il predominio sulle altre. La stessa Germania che sembrava intaccabile con lo scandalo Volkswagen ha fatto ricredere molti.

La nostra visione sulla Cina:

La Cina è un polo in forte espansione che sicuramente una flessione non può essere una sconfitta, per una metropoli che in 15 anni, ha almeno decuplicato il proprio status economico. Che questo status raggiunto, in così breve tempo, sia stato troppo rapido e incontrollato e dunque può portare cambiamenti radicali, non è certo una sorpresa ma una statistica.
Noi siamo dell’idea che la Cina non ha ancora raggiunto l’apice del successo ma siamo anche convinti che non possa migliorarlo più di tanto, alla fine, deduciamo che sia impossibile poter pensare che ripeta i passati 15 anni nei prossimi 15.

Come guadagnare su internet?

Questa è la domanda più ricorrente che si sente e si vede e si percepisce negli occhi di chi guarda internet come un opportunità, un mezzo per un fine, un ponte verso il guadagno. La risposta però haimè non è mai scontata e anche qui i pareri sono molteplici. Chi ti dirà di si magari non è detto che ti sta dicendo di farci uno stipendio ma magari riesce a pagarci qualche piccolo vizietto.

Si può davvero guadagnare su internet?

La risposta è si. Vi posso assolutamente dire che guadagnare su internet è possibile, bisogna però vedere come, quanto e in che modalità. Ad esempio la prima opzione che vi comunico essere valida per guadagnare su internet è quella di crearsi un blog, fare articoli di qualità, promuoverlo sui social network e fare qualche soldo grazie alle ads che possono essere di adsense o di molteplici altre compagnie pubblicitarie. Ma come creare un blog? Creare un blog è roba da programmatori o da chi almeno sa qualcosa di CMS e web, inoltre può essere dispendioso e dunque vi consiglio per iniziare di aprire un blog gratuito su una delle tante piattaforme free in italia.

blogger

Dove creare il blog:

La più famosa è senza alcun dubbio la piattaforma di google blogger. All’interno di quel sito puoi creare un tuo blog in maniera totalmente gratuita e provare a guadagnare..da subito! Bene mi preme e sono in dovere di dirti che però non è affatto facile guadagnare e soprattutto richiede costanza, determinazione e competenza. Non si può scrivere “come riscaldare l’acqua per farla diventare calda” ma bensì bisogna trovare degli articoli che possono attrarre o in qualche modo, stupire chi legge. Il mio consiglio è di indivudare un argomento che vi attrare e su cui vorreste scrivere qualcosa, dopo, cercare di fare articoli di qualità e con titoli commestibili, non “Ti racconto una cosa” ma bensì “Metodo per riscaldare l’acqua” cioè dovete cercare di creare dei titoli che siano ricercabili da chi vuol trovarvi!

Il nome a dominio:

Anche qui si apre un mondo, il dominio sarebbe quello che sta tra il www e l’estensione. Vi consiglio altamente di centrare il nome a dominio con il vostro argomento principale, esempio volete creare un blog che parla di cucina, potreste chiamarlo, lemiericette.

Siate inventivi e creativi e vedrete che qualcosa riuscirete a fare.