Cos’è l’ernia del disco?

Purtroppo arriva, senza molto preavviso e quando arriva non è la cosa più facile dal monda da curare. Non stiamo parlando di una pozione magica di aldino o di una scoperta del santo gral, ma oggi siamo qui per parlarvi di un tema molto difficile da affrontare e ad oggi non proprio risolto, stiamo parlando dell’ernia discale.

Cos’è l’ernia del disco?
La nostra colonna vertebrale è formata da dischi tra le ossa, questi dischi sono anche rinominati come dischi intervertebrali. Questi dischi, per natura genetica o per sforzi eccessivi, o per qualsiasi altra ragione possono “spostarsi” e creare dunque un rigonfiamento del disco che provoca, la comunemente chiamata ernia al disco.

Come si cura l’ernia discale?
Purtroppo ad oggi non c’è una formula magica, prassi o scaletta da seguire per curare l’inavvertita uscita di un problema di ernia del disco. Si consiglia però di effettuare delle visite approfondite, anche tramite tac, risonanza fra tutti e vedere di più su quelli che sono i dischi coinvolti e che ci provocano dolore. La durata della “convalescenza” anche in questo caso non ha un vero e proprio regolamento, può durare 1 mese come tutta la vita. Un’altra figura importante per capire di più sul nostro stato di salute che è condizionato dal dolore alla schiena (di solito la più frequente è la parte bassa, ernia discale L4-L5) è la figura del Neurochirurgo. Questo medico è in grado di poterti dare consigli mirati rispettivamente che variano a seconda del proprio stato di salute e convivenza con l’ernia del disco.

Ad oggi, si può convivere con l’ernia?
Si, moltissime sono le persone che vivono senza problemi e convivono alla grande con le loro ernie (plurale perché spesso si trova il caso in cui uno ha più ernie del disco). Tra i migliori consigli del sito segnalato sopra, c’è sicuramente quello di avere un occhio importante sulla postura, la postura infatti è parte fondamentale da affrontare quando siamo colpiti e soffriamo di ernia del disco. Sistemare la propria schiena, mal di schiena, o dolore che dir si voglia necessita di studio, riposo ma soprattutto volersi bene, evitare dunque sforzi eccessivi o cose su cui poi potresti pentirti.

Cover per cellulari e molto altro

Hai sempre sognato di avere la cover più glamour, alla moda e di tendenza del momento? Sei una ragazza o un ragazzo a cui piace essere al passo con i tempi? Allora non puoi non aver visto il sito di cover Just Dei.

Custodie, cover per cellulari e smartphone degli ultimi e non, modelli. Le cover sono realizzate di un materiale duro per resistere agli urti e hanno uno speciale trattamento grip-facile per ottenere un’ottima presa e piacere al tatto. JustDei è una realtà giovane e toscana che realizza cover per ogni modello di cellulare e accessori fashion.

L’ultimo modello uscito di casa Apple, per esempio, l’iPhone 7 disponibile ricordiamo anche nella variante 7 plus di dimensioni maggiorate, viene presentato con oltre 50 varianti e fantasie di ogni genere, utili a soddifare qualsiasi esigenza di moda. La particolarità di questo portale è che tutte le fantasie sono disponibili per tutti i modelli, avete un samsung a5 del 2015 o 2016, oppure un Huawei p9 lite? Nessun problema, loro hanno quello che fa al caso vostro.

La moda vista dalla parte degli Smartphone:

Chi non possiede uno smartphone nel 2016? Sono davvero poche le persone che non hanno o forse non usano uno smartphone ultimo modello nel 21 esimo secolo. Proteggerlo dagli urti è una priorità che tutti i possessori di un telefono ultimo modello, devono avere.

Qual’è il prezzo?

I prezzi si aggirano attorno ai 15 euro per ogni modello e siamo convinti che la qualità, packaging e tutto sia molto accattivante. Il prezzo non è sicuramente pesante considerando che i telefoni stessi, costano, più di 300€ quelli di fascia media o più di 600 quelli di fascia super alta o che dir si voglia, gli ultimi usciti.

Quale fantasia scegliere?
Noi ti consigliamo di scegliere la tua cover a seconda dell’occasione, e vestire il tuo telefono in base alle tue preferenze. La cover Alabama, best seller del momento si presenta su una base nera e un cuore al centro con la scritta Alabama, forse che riprende i passi e i colori del bellissimo film alabama monroe.

Conclusioni:
Per visionare tutto il catalogo JustDei basterà andare sul sito www.justdei.com e controllare tutte le cover e custodie del momento.

Arriva la Spunta Rossa su WhatsApp Attiva La Fotocamera Senza Dirvelo.

Siete pronti a scoprire le ultime novità che Whatsapp introdurrà nel prossimo aggiornamento? Sappiate che riguardano le spunte. Dopo aver introdotto la spunta singola, che ci dice che il messaggio è stato inviato correttamente, la doppia spunta, che ci informa che il messaggio è stato ricevuto correttamente, e la doppia spunta blu, che invece ci informa sul fatto che il messaggio è stato letto, ecco che arriva la spunta rossa. Ma a che cosa potrà mai servire la spunta rossa?

one sad caucasian couple man and woman crouching back to back in studio silhouette isolated on white background

A cosa serve la sputa rossa di Whatsapp (e soprattutto, sarà una notizia vera o una bufala)? Secondo quanto riportato recentemente pare che la spunta rossa serva a informare il mittente del fatto che il destinatario ha letto il messaggio in anteprima, senza aprire la chat. L’app dovrebbe saperlo utilizzando la fotocamera frontale.

Secondo quello che è emerso, pare che l’app utilizzerà la fotocamera frontale dello smartphone per capire se il vostro occhio sta leggendo o meno il messaggio in anteprima, senza quindi aprire la chat. Un po’ troppo fantascientifica come innovazione?

Quante altre spunte si inventerà Whatsapp?

Muore Prince il Purple Rain che ha fatto sognare

E’ morto Prince. Da oltre trent’anni uno dei più talentuosi, prolifici e ingovernabili artisti della musica mondiale: Prince Rogers Nelson, in arte Prince, era nato il 7 giugno 1958. Cantante, musicista, attore, regista e produttore, il genietto di Minneapolis dalla fine degli anni Settanta ha frequentato e sapientemente mixato i più svariati generi musicali: dal soul al funk, passando con disinvoltura al jazz, al pop e al rock psichedelico, conquistandosi una folta schiera di fedelissimi fan che seguono ossessivamente le sue gesta, impegni e intemperanze.

Il corpo senza vita di Prince e’ stato ritrovato in un ascensore degli studio di Chanhassen, dove l’artista registrava le sue canzoni: a dirlo la polizia che per ora non ha dettagli sulle cause della morte.

Un medico legale in Minnesota sta eseguendo l’autopsia sul cadavere di Prince. Lo riferisce la Cnn aggiungendo anche che ci vorrà’ tempo prima di stabilire le cause esatte della morte dell’artista

Una settimana fa – sostiene Tmz – Prince era stato ricoverato in ospedale per una overdose di oppiacei e non per una banale influenza come invece dichiarato dal suo manager. Il 15 aprile scorso, l’aereo privato di Prince aveva fatto un atterraggio d’emergenza in Illinois, di ritorno da un concerto ad Atlanta, e l’artista era stato ricoverato d’urgenza. Lo stesso Tmz in quell’occasione parlò, citando il suo manager, di un ricovero di qualche ora dovuto al peggioramento di un’influenza con la quale Prince era alle prese da qualche giorno. Invece, sostiene il sito di gossip, Prince fu sottoposto ad un trattamento urgente (tecnicamente il ‘save shot’) per una overdose da oppiacei. I medici avrebbero voluto trattenerlo in ospedale per qualche giorno, sostiene ancora Tmz, ma non essendo disponibile una stanza privata l’entourage del cantante ha chiesto di farlo dimettere.

Un talento omaggiato niente di meno che da Miles Davis, che con Prince ha collaborato in diversi momenti, paragonandolo a Duke Ellington (e facendo infuriare Wynton Marsalis).

Fare trading online con Fibonacci e il triangolo

Fare trading online al giorno d’oggi è davvero molto complesso. Si tratta davvero di un lavoro che richiede delle conoscenze molto tecniche e dove non è concesso il minimo errore. Non a caso il mondo degli investimenti finanziari è anche quello dove gira il maggior numero di soldi.

I trader che riescono a raggiungere i risultati migliori sono anche quelli che investono maggiormente nella propria formazione. Detto questo vediamo come fare trading utilizzando 2 strumenti molto importanti come i ritracciamenti di Fibonacci e il modello a triangolo.

Fare trading con il Fibonacci Retracement

Chi volesse applicare gli strumenti di analisi tecnica al trading con il Forex, si potrà avvalere del Fibonacci Retracement, una delle funzioni analitiche più popolari tra i trader. Alla base di questo metodo vi è una sequenza di numeri, individuati nove secoli fa dal matematico pisano Leonardo Fibonacci, che, applicati alle visualizzazioni grafiche delle quotazioni dei cross, permettono di identificare dei pattern ricorrenti e di entrare nel mercato nel momento potenzialmente più proficuo.

L’utilizzo di questa tecnica di trading online si presta in special modo in occasione di evidenti trend nei mercati. Concentrandosi su archi di tempo brevi, si potrà notare che questi saranno caratterizzati da momenti di interruzione della tendenza e da ripartenze: lo scopo del Fibonacci Retracement è quello di individuare quei prezzi che possono essere ripercorsi dal trend nel corso delle sue oscillazioni, prima di continuare nella sua direzione originale. Se utilizzato in combinazione con altri strumenti di analisi tecnica, questo metodo di trading online può rivelarsi particolarmente efficace nell’individuare i punti nei quali entrare od uscire dal mercato di riferimento.

Tali livelli, ad esempio, si trovano nei punti 0.382, 0.5 e 0.618 di una fase rialzista, e tendono ad indicare i livelli di supporto a seguito dei quali si verificherà probabilmente un’inversione di tendenza. In pratica, se dopo un trend positivo si assiste ad una serie di ribassi, il primo calo si potrà collocare al valore 0.382; se la fase negativa persiste, si potrà collocare al secondo valore di 0.5 o al terzo di 0.6018, dopo il quale potrebbe verificarsi un nuovo rialzo.

Individuando questi riferimenti con tempismo, il trader sarà in grado di anticipare i movimenti delle quotazioni e realizzare così dei profitti, entrando o uscendo nei mercati al momento giusto.

Il modello a triangolo nel trading online

Osservando un grafico che visualizza l’andamento delle quotazioni di un cross monetario sul Forex trading, si possono utilizzare diversi strumenti di interpretazione, finalizzati a comprendere gli scenari finanziari in atto ed anticipare le tendenze in fase di sviluppo. Il modello a triangolo ha proprio questa funzione, e viene utilizzato spesso dai trader per capire il momento più adatto nel quale aprire o chiudere una posizione.

Sia che si visualizzi un grafico a candele giapponesi o un classico andamento segmentato, il trader alle prime armi vedrà solamente degli andamenti apparentemente inintelligibili e casuali; l’utente più esperto, grazie alle sue competenze tecniche, riuscirà invece a leggervi dei modelli ricorrenti per mezzo dell’applicazione di appositi strumenti tecnici. Ad esempio, il trader più navigato sarà in grado di riconoscere in un grafico il modello di trading online del triangolo ascendente, indicatore di una fase rialzista, identificabile dal lato superiore orizzontale e dal lato obliquo inferiore: questo significa che il livello di resistenza è stabile, mentre quello di supporto è in continua crescita, indice quindi di una fase “toro”. Al contrario, quando le quotazioni che consentono di “disegnare” sul grafico un triangolo discendente, con la linea di supporto orizzontale e quella di resistenza diagonale, si assisterà ad una fase caratterizzata dal ribasso dei prezzi.

Sarà possibile fare trading online in modo professionale e realizzare dei profitti tramite l’identificazione di questi modelli sui grafici a nostra disposizione. Ad esempio, una volta riconosciuto un triangolo ascendente, un trader potrà aprire una posizione lunga su una coppia valutaria appena verrà rotto il livello di resistenza, anticipando la possibile continuazione della fase

Pastore Maremmano Abruzzese: Origini e Carattere

Siamo nel 2016 e c’è sempre di più la mentalità che l’animale migliore dell’uomo è il cane e come dargli torto? Questa da prima leggenda ed oggi forse e per molti, realtà, è una delle caratteristiche basiche che contraddistingue il vero animalista o amante degli animali.

Le origini del pastore maremmano abruzzese

Le origini di questo esemplare, possente, forte e imponente sono note e si dice che sia nato nel centro Europa e che appartenga a quella categoria o nicchia dei grandi cani bianchi. Il Pastore Maremmano Abruzzese è stato importato in Italia con maggior focus, come dice il nome, in Abruzzo ma lo possiamo vedere e trovare in numerosi allevamenti dalla Puglia alla Lombardia. Questa possente “bestia” era usata nell’antichità come cane da gregge ma ancora oggi lo vediamo il primo animale usato per stare, insieme, alle pecore e il suo folto pelo bianco tendente all’avorio era ed è un ottimo alleato per i pastori perché, in questa maniera, si differenziava bene dai lupi. Nell’antichità il pastore maremmano veniva appunto usato per stare insieme al gregge e difenderlo dai Lupi che all’epoca, erano molto presenti nella nostra penisola.

Dove possiamo trovare un allevamento.

L’allevamento della muta del verga con sede a Bergamo ed a Pistoia è uno degli allevamenti più rinomati in Italia, noi stessi abbiamo preso ed accudite un cucciolo di pastore maremmano, da loro.

Carattere Del Pastore Maremmano

Il cane pastore maremmano abruzzese ha un carattere molto possente che vuole rispetto e che da rispetto, un animale fidato su cui si può sempre contare. Ha una dimensione e altezza del maschio che è mediamente 68cm mentre per la femmina raggiunge una media di 64 cm, il peso ideale per un maschio di pastore maremmano è 52 kg se maschio e 40 se femmina. E’ un animale da compagnia ed è ben lieto di stare in tutte le case ma a patto che gli vengano concessi i suoi spazzi (come è giusto che sia per tutti i cani) ed avere dunque una perfetta attitudine a stare con possibili estranei. Non è violento ed è anzi e spesso, molto, giocherellone.

La Freccia Del Web non solo realizzazione siti web!

E’ sbarcata da pochissimo tempo una nuova realtà, forse una grande realtà che con sede a Pescia sembra poter fare davvero molto bene. Stiamo parlando del portale Freccia Web ovvero una web agency di Pescia e che offre servizi per tutta la toscana e non solo, con focus maggiore verso Pistoia, Lucca, Firenze e provincia. I servizi offerti dalla web agency toscana sono molteplici, per esempio, creazione siti web professionali e di successo, con grafiche accattivanti e soprattutto posizionati sui motori di ricerca!

Altro servizio importante oltre la realizzazione di siti web responsive ed adattabili su tutti i contenuti, è anche quello di creare alla perfezione, il brand online. Per chi vuole infatti investire su se stesso nel web e riuscire a raggiungere un buon numero di clienti o di potenziali clienti, questa è la strada da percorrere. L’agenzia web inoltre vi darà l’opportunità di creare per voi qualsiasi materiale grafico vogliate, da brochure a creazione di loghi professionali vettoriali (stampabili ad alta risoluzione).

Ma non solo Realizzazione siti web Pescia:

Molti sono i servizi della web agency FrecciaWeb che vi offrirà anche un servizio SEO che puntano ad accrescere il vostro posizionamento su google, fino ad arrivare primi sui motori di ricerca! Un sito web che non si vede è un sito web inutile!

Come creare un sito web efficace?

Per creare un sito web di successo non basta avere conoscenza dei codici e linguaggi web ma bisogna essere esperti nel settore per avere come unico fine, quello di posizionare il sito internet in questione!

Quale hosting scegliere?

Gli hosting per i siti internet sono molti, trovare quello adatto a noi però può essere estremamente difficile ed infatti, converrebbe anche in questo caso, avere un hosting italiano in maniera che funzioni e sia performante perfettamente con tutta l’utenza, almeno, italiana. Avere un host straniero non può essere una penalizzazione ma visto che si può scegliere, scegliamo il meglio.

Alla prossima, qui da Marco è tutto e buona giornata!

Pastore Del Caucaso: Un possente guerriero

Oggi vi vorrei parlare di una razza canina particolare ovvero del Pastore Del Caucaso, le sue origini e come mai da molti è considerato quasi un cane pericoloso. Innanzi tutto dovete sapere che il pastore del caucaso non è un semplice cane, non è quel tipo di animale che ama le coccole e giocare con la pallina tutto il giorno ma anzi, è un cane temibile e che va assolutamente conosciuto approfonditamente prima di entrare in contatto con lui.

Specifico subito, nessun cane nasce violento e così come il pitbull potrebbe tranquillamente essere uno degli animali più docili del mondo anche il nostro amico cane del caucaso non fa differenza. Le sue origini sono molto antenate e pensate che prima, nel passato, veniva usato come animale da difesa nella guerra in quanto essere caratterialmente parlando un animale possente, forte e deciso. Russia e Asia sono le sue origini e da noi è stato “importato” in Ungheria e tramandata la sua popolazione in Europa.

pastore-del-caucaso

Il pastore del caucaso è un animale possente, deciso, forte, sicuro di se, che non teme nessuno e che non ha paura dell’uomo. E’ un cane che a violenza risponde con violenza, non vi azzardate mai di tirarli un botta o di infastidirlo nei suoi spazi perchè lui vuole i suoi spazi, come è giusto che sia! Immaginate voi che dormite tranquilli nel vostro lettone e uno vi sveglia per farvi una carezza, o semplicemente perchè gli va di svegliarvi, ve la prendereste? Oppure mentre voi mangiate, vi arriva uno che vi spintona dalla sedia dandovi fastidio, vi darebbe fastidio?

Noi spesso assocciamo, molto erroneamente, un animale ad un giocattolo e con tutti i cani e specialmente con lui è impossibile pensare in questo modo. E’ un animale che per voi darebbe la sua stessa vita, difendendovi da tutto e tutti, ha un pelo folto e grigiastro quasi sfumato simile argilla chiara e che può pesare fino a 90 kg.

Conclusioni:
Nessun cane può essere considerato aggressivo, così come nessun cane può essere considerato docile, bisogna però tenere presente che questo è una cane impegnativo, non da appartamento e che è sempre sull’attenti! Prendete cura degli animali e loro prenderanno cura di voi, al doppio, triplo, quadruplo di quello che fate per lui.

Noleggio auto a lungo termine: gli effetti

Noleggio auto a lungo termine: gli effetti

In Italia prosegue la corsa al noleggio auto a lungo termine, la formula piace ed è molto diffusa anche se a dire il vero potrebbe andare meglio.

Ad oggi il settore tiene ed è il vero motore del comparto automobilistico che sembra essere uscito dalla crisi.

Potrebbe andare molto meglio se il Governo ponesse una maggiore attenzione, infatti ad oggi c’è molta differenza tra gli altri Stati d’Europa infatti Germania, Francia, Spagna e Gran Bretagna permettono la detrazione dell’IVA sulle auto aziendali per il 100%, mentre in Italia arriva solo ed esclusivamente al 40% e solo per alcuni casi.

E’ una differenza importante che se presa in considerazione, se anche in Italia il Governo rendesse possibile una maggiore detrazione IVA sicuramente anche il noleggio auto lungo termine ne potrebbe trovare giovamento.

In Italia per ora le auto sono un grosso peso per le aziende, un acquisto diventa difficile, il noleggio è la giusta soluzione anche se comunque bisogna tener fronte alla logistica e sopratutto alle spese carburante, oggi però alcune aziende iniziano a scegliere le vetture ecologiche ed elettriche, sono circa 2 ogni 100 le vetture noleggiate di questo tipo.

Noleggiare una vettura diventa anche una buona scelta per chi intende combattere il nero, nessun rimborso ai dipendenti che magari utilizzavano sino ad ora la propria vettura bensì messa in uso una vettura completamente aziendale si andrà anche a abbattere ipotetiche azioni poco lecite.

Sempre per quanto riguarda le aziende si è notato in questi ultimi mesi una scelta che arriva a coprire persino i furgoni che sono diventati importanti persino per i corrieri espresso che ormai operano quasi sempre con mezzi a noleggio a lungo termine.

Se poi si osserva il comparto privato si nota che anche le famiglie italiane iniziano a interessarsi alle vettura a nolo perchè i bilanci familiari quadrano meglio se si paga un rateo mensile stabilito.

Sistemi scommesse: Quale il migliore?

Oggi faremo un articolo un po’ nuovo ma comunque dedicato al mondo dello sport e soprattutto del calcio. E’ davvero possibile battere il sistema e distruggere i bookmakers? Noi siamo dalla parte dello scommettitore e oggi vi daremo dei consigli reali tipo quelli già noti di Sistemi Scommesse.

Cosa sono i Sistemi Scommesse?

I sistemi scommesse non sono altro che dei metodi per aumentare le proprie probabilità di battere il banco, avere infatti una maggiore probabilità di vincita è l’unico scopo che qualsiasi tipster dovrebbe avere. Il sistema scommesse più efficace non esiste ma bensì esiste il sistema adatto al tuo gioco.

Quale il migliore?

Come ripetiamo il migliore sistema scommesse è quello più adatto al nostro stile di gioco, se per esempio siamo amanti delle singole giocate con schedine composte da un singolo evento molto probabilmente gradiremo le progressioni. Le progressioni a modi Martingala infatti sono molto efficaci per chi ama scommettere su singoli eventi. Un esempio è quello più famoso sul rosso e nero della roulette in cui si basa il nostro gioco sul raddoppiare la puntata ogni volta che puntiamo, del tipo, punto 1 su rosso e perdo, punto 2 sul rosso e perdo, punto 4 sul rosso e perdo, punto 8 sul rosso e vinco.

Questi sistemi scommesse però legati al raddoppio molto spesso possono risultare dei nemici incredibili per il nostro bankroll.

Sistemi Scommesse

Martingala: Si o no?

Il nostro consiglio è NO. Il perchè è molto semplice, puoi riuscire a vincere svariate volte puntando al raddoppio ma la volta che entri in bad run, così chiamata la serie che ti fa perdere numerose volte consecutive, allora sarà molto difficile sollevarsi. Puntare e scommettere con metodo non significa necessariamente vincere sempre ma bensì, conviene pensare di vincere quanto basta per fermare la serie. Esempio una scelta saggia sarebbe quella di giocare una serie impostandosi un limite per fermarsi, esempio, decidiamo di fermarci dopo che si perde per 6 volte consecutive. In questa maniera il martingala può avere un senso.

Altri sistemi?

I sistemi ridotti o integrali sono dei validi alleati per sconfiggere i bookmaker e noi, infatti consigliamo di usarli e riusarli il più possibile. Quasi tutti i siti di scommesse infatti permettono di giocare su sistemi integrali, scommettendo su colonne anche da 0.25

Conclusioni:

I sistemi scommesse sono validi se giocati responsabilmente e con criterio. Non cercate mai di andare oltre allo stop loss e verrete mangiati dal sistema, cercate il più possibile di darvi e mettervi dei paletti nelle vostre giocate, evitando dunque di confondere il gioco normale dal gioco d’azzardo.